Lucianna Argentino, poesie inedite da "L’ospite inatteso"

Versione stampabileSend to friendPDF version
  • Se non c'è chi veglia mentre tutti dormono, è come se non ci fosse chi ama, chi spera veramente. Maria Zambrano

***

 

Dice che non c’è addio nelle asole
e asola allora sia:
poca materia intorno e vuoto.
Sia passaggio e allaccio
sia lo spazio dell’abbraccio e del ritorno
sia pertugio e rifugio
sia il chiuso esposto alla parola.

 

***

Non è che l’ombra del silenzio
questa parola che irrompe
e sgorga necessaria come tutto il bene
che in questo momento è compiuto
nel basso della terra
e si misura ad altezza d’uomo.

 

***

L’inchiostro scorre
e si rapprende come lava
fa fertile il foglio
fa anse all’ansia
spicca il vuoto alle cornici
ai cornicioni chiede la vertigine
per il salto nel pieno della vita.

 

***

E’ d’altra specie
e sente in fiamme lente
ardere lo squarcio
sente il costato aperto
e sano l’osso
a pestare la vita
nel mortaio dei sensi.

 

***

Qui stanno gli anni, le storie inconcluse,
gli sguardi senza più coraggio,
le assenze
dentro i sogni
o le troppe presenze ancora
ancora senza degna sepoltura, per questo
sarebbe meglio cambiare il pensiero
ora che ècambiato il millennio
e il silenzio si èfatto piùfitto
e le parole avvizziscono
cosìche si diradi questa luce bruna
e la paura sorrida di sé
e sollevi il capo dal risentimento.

 

Lucianna Argentino è nata a Roma nel 1962. Dai primi anni novanta il suo amore per la poesia l’ha portata a occuparsene attivamente come organizzatrice di rassegne, di letture pubbliche, di presentazioni di libri e con collaborazioni a diverse riviste del settore. Fa parte della redazione del blog letterario collettivo "viadellebelledonne". E’ coautrice con Vincenzo Morra del libro “Alessio Niceforo, il poeta della bontà” (Viemme, 1990). Ha pubblicato i seguenti libri di poesia: “Gli argini del tempo” (ed. Totem, 1991), “Biografia a margine” (Fermenti Editrice, 1994) con la prefazione di Dario Bellezza e disegni di Francesco Paolo Delle Noci, segnalato al premio Montale nel 1995. “Mutamento” (Fermenti Editrice, collana “Il tempo ansante” diretta da Plinio Perilli, 1999), con la prefazione di Mariella Bettarini, “Verso Penuel “ (Edizioni dell’Oleandro, 2003), con la prefazione di Dante Maffia (Premio Donna Poesia 2006). “Diario inverso” (Manni editori, 2006), con la prefazione di Marco Guzzi. Nell'ottobre del 2009 con la Lietocolle ha pubblicato una plaquette, “Favola”, con disegni di Marco Sebastiani. Con Pagina-Zero ha realizzato un e-book tratto dalla raccolta inedita "Le stanze inquiete".