Settembre 2005, anno II, numero 3

Versione stampabileSend to friendPDF version

Carte nel Vento

 

periodico on-line 
 del Premio Lorenzo Montano

 

a cura di Ranieri Teti

 

Premessa

La lunga strada che ha percorso in 19 anni il Premio Lorenzo Montano, che si sovrappone a quella tracciata in 30 anni di vita dalla rivista “Anterem” che lo organizza, è giunta in un luogo che si pone come punto d’incontro e di reciproco ascolto tra poeti di varie provenienze, geografiche e letterarie.
Questo è il senso primario che vogliamo attribuire alla più rilevante novità nata intorno al Premio, la creazione della Biennale di Poesia di Verona.
Testimone dell’unicità di questo evento, documento cui è demandato conservare traccia e memoria dell’incontro di tanti poeti, sarà l’originale “Antologia della Biennale”.

Come ulteriore senso, questa manifestazione si propone di diventare luogo d’incontro tra anche tra le varie arti, accostando già nel programma di quest’anno la poesia ad altre forme espressive quali danza, musica, recitazione, videoart, cortometraggi, filosofia.

Tutto questo non vuole essere un punto di arrivo ma di nuova partenza, per un lungo viaggio da compiere insieme, continuando a tenere la rotta verso una poesia di pensiero.
In questa direzione ci guidano le note, inserite nel presente notiziario, di Flavio Ermini, Antonio Prete e Tiziano Salari redatte intorno alle opere premiate.
Opere che sono esempi della recente produzione letteraria italiana. Sirio Tommasoli interviene sugli stessi temi dal versante dell’arte visiva.

Il verbale conclusivo riporta le valutazioni delle tre diverse Giurie che operano per determinare l’esito del Premio. Per le sezioni “Raccolta Inedita” e “Opere Scelte” è attiva la Giuria del Premio, composta dal corpo redazionale di “Anterem”, per “Una Poesia Inedita” una Giuria Critica composta da 60 personalità scelte tra docenti, filosofi, poeti, narratori, critici, storici dell’arte, della letteratura e della musica.
La sezione “Opera Edita” si avvale di una Giuria Qualificata composta da esponenti del mondo intelletuale veronese, oltre che dagli studenti di quattro Licei.
Questi ragazzi, coordinati dai rispettivi docenti, oltre a votare producono delle “tesine” sui tre libri vincitori, le migliori delle quali, scelte da una Giuria comprendente docenti liceali e universitari, vengono premiate con buoni-acquisto libri. E pubblicate sul prossimo numero, previsto per gennaio, di “Carte nel Vento”, notiziario-on-line curato dalla Segreteria del Premio Lorenzo Montano.

È desiderio di tutto lo staff che provvede all’organizzazione ringraziare la Regione Veneto, gli Assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune di Verona, la Circoscrizione Centro Storico e la Biblioteca Civica di Verona che sostengono questa iniziativa.

In attesa di incontrarVi sabato 24 settembre, dalle ore 9 per la Biennale e alle 17 per la cerimonia conclusiva del Premio, presso il Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra a Verona, Vi auguriamo buona lettura

Ranieri Teti