Alessandro Morino, poemetto inedito "Nella sospensione"

Versione stampabileSend to friendPDF version

1.

nella sospensione
derivo il mio stato d’essere
la mia costanza
all’incostante
nella sospensione



2.

e se tutto finisse qui – ora
cosa ne resterebbe – cosa
di noi – o d’altro
di desiderio relitto del giorno passato
ma già qui – domani – tra noi



3.

derivo il mio stato d’essere
la mia ombra di costanza
nella sospensione
gioco le carte che non so tenere
e derivo il mio stato d’essere



4.

cosa ne resterebbe – cosa
di noi – o d’altro
se tutto finisse qui – ora
nel giorno andato di un relitto
cosa ne resterebbe – cosa



5.

la mia costanza
nelle mie mani
nella sospensione della carne
nell’istante di domani
ma già qui – ieri – tra noi



6.

di ieri – o d’altro
cosa ne resteràancora
se tutto finisse qui – ora
di desiderio relitto del giorno a venire
ma già qui – ieri – tra noi



7.

nelle marce mani
nella sospensione delle mie dita
scompongo ciò ch’è stato
la mia costanza
la vacuità nelle mie mani



8.

cosa ne resterà ancora
se tutto finisse qui – ora
di domani – o d’altro
del desiderio già stato a venire
ma già qui – domani – tra noi



9.

nella sospensione
raccolgo gli avanzi di un uomo
putrefacendo il mio stato d’essere
pietrificando la costanza
nella mostra senza forza



10.

e se tutto se tutto finisse qui – ora
cosa s’arresta ancora – nella cenere
cosa ne resterebbe – cosa
di noi – o d’altro
o della cenere finora in avanzo



11.

relitto di un segno marcente
nell’arresto passato
la mia costanza
giàqui – domani – tra di noi
come se tutto finisse



12.

qui – ora
di noi – o d’altro l’istante
giàstato nel giorno a venire
nella cenere delle mie dita
conservo le carte che non so giocare




Alessandro Morino nasce nel 1980 a Roma, dove attualmente vive e lavora.

Nel 2008 consegue la laurea specialistica in Filosofia e Studi teorico-critici presso la Facoltà di Filosofia dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza con una tesi in ‘Ermeneutica artistica’ dal titolo “Antonin Artaud o l’esperienza artistica di una rivolta”.

Nel 2009 viene premiato con menzione d’onore per una poesia inedita al Premio di poesia “Lorenzo Montano” XXIII edizione, sezione “Poesia inedita”, presso Anterem. Rivista di ricerca letteraria.

Nel Giugno 2008 pubblica il suo primo testo poetico dal titolo “Propriocezione di un feto riflesso dal libo si se stesso” edito presso le Edizioni Polìmata, Roma.

Nel 2008 pubblica l’articolo “Artaud: il gesto della parola” nel numero 39, anno 13, 2008, della Rivista di letteratura contemporanea Avanguardia.

Nel 2007 viene premiato con menzione per una raccolta poetica inedita al Premio di poesia “Lorenzo Montano” XXI edizione, sezione “Raccolta Inedita”, presso Anterem. Rivista di ricerca letteraria con la raccolta “Visioni della carne nuda”.

Nel 2005 pubblica alcune poesie nella Collana “Orizzonti” della Aletti Editore. La poesia Ricordi edita ne “Poetici Orizzonti” vol. 5, maggio2005; la poesia Ho provato edita ne “Gli Internauti”, giugno2005; la poesia Cos’è edita ne “Poesie del Nuovo Millennio” vol. 3, giugno2005; la poesia Tacito edita ne “Antologia dei Poeti Italiani Contemporanei” vol. II, dicembre 2005. Le poesie In quegli occhi di terra di fuoco… e C’è una maschera appesa alla ruota… edite da edizioni Pagine nella raccolta “L’Eco del vento” 2006.

Nel giugno 2005 partecipa al Premio Letterario Internazionale “Città di Cava de’ Tirreni” XXII edizione sezione Poesia in lingua italiana presso L’Iride Associazione Culturale .

Ha tenuto reading di poesia e istallazioni verbo-sonore nel 2005 (Ci – Gît Viola, Roma) e nel 2008 (Costruzione n.1: Nigredo, Roma).

Nel Febbraio 2010 uscirà il testo poetico “Nuda Stabat Mater” pubblicato nella collana di poesia ex[t]ratione, edita presso le Edizioni Polìmata, Roma.

Dal 2005 si dedica più assiduamente anche alla pittura. Autodidatta, tiene la sua prima mostra collettiva “meta.stasi presso la Sala comunale “Marie-Renè de La Blanchère”, nella Città di Terracina. Nel Settembre 2009 espone in una collettiva presso il Museo “Antiquarium Comunale”, nella Città di Sezze. Nell’Ottobre 2009 espone per la prima volta a Roma, nella collettiva “Esperienza Estetica” presso la Galleria Montoro.

Contatti: www.alessandromorino.net per vedere i lavori pittorici e poetici.
info@alessandromorino.net