Chiara & Loredana Prete, dalla raccolta inedita “Orbitale”, nota di Giorgio Bonacini e delle Autrici

Versione stampabileSend to friendPDF version

Con questi versi le autrici riescono a dar vita a un’opera che solo la poesia, che è uno speciale organismo linguistico, è capace di produrre: far aderire completamente la significanza del suono e del senso, dentro una materia naturale e così specifica, com’è quella degli elementi chimici.

Con un fluire sonoro di precisazioni emozionali, concettuali e fisiche, questi testi generano la meraviglia di un dire senza sbavature. Una scrittura che manifesta la sua limpidezza e che resiste alla dismisura, ma ugualmente attinge all’infinito stupore, verso un reale che trasmuta le cose in parole, e le aggrega in una forma di mondo pulsante. E ciò richiama a sé i tratti distintivi di ogni sostanza, con trasfigurazioni di voci e di immagini. Una poesia, dunque, che porta voce e figura ai componenti materiali del nostro vivere.

 

 

Ti 22 (Titanio)

 

Decade

Emivita

Stemperata
 

Aurea resiste

A refrattario soffio
 

Dissalazione Sparsa
 

come
 

          cenere

azzurra
 

LIQUIDA
 

           denti

spezzati
 

dissolvono

           ruggine

 


 

Sc 21 (Scandio)

 

Volteggiano

         (Foglie) scarnificate

         su

Aritmiche pulsioni

 

Reflusso

di

           cellule caustiche

   Densificano

VAPORE

 

Tirannie

 

Ostentano

Morbosa

 

GRAVITÀ 

 

 

Nota delle Autrici

In Orbitale nulla è lasciato al caso. Ogni poesia, ogni singola parola, è il frutto di un'accurata ricerca. La scrittura è dettata dall'anima, dalla decantata musa ispiratrice, dalla musica e dalla chimica. Ogni elemento è fondamentale nella composizione. La poesia esce dalle più segrete e profonde viscere dell'essere umano ma quando incontra la genialità della chimica la soluzione è esplosiva. Si consiglia una doppia lettura. La prima, quella più emozionale, è quella che si fa sul divano, a casa, magari sotto una coperta e con una tazza di tè fumante in mano. È quella che ti prende semplicemente perché riesce a cogliere quelle corde che si credevano spezzate o inesistenti. E se la musica gioca un ruolo fondamentale allora, per poter cogliere pienamente quello che si legge, bisognerebbe ascoltare David Bowie, Lou Reed, gli Smiths, i Radiohead, i Placebo, i Graveyard e del buon blues, perché anche loro sono parte palpabile di questa raccolta. La seconda lettura, quella più critica, richiede la conoscenza di ogni elemento trattato, delle sue proprietà. Solo così si potrà capire per esempio il motivo per cui in Ag 47 (argento) una poesia è "capovolta" come se fosse riflessa in uno specchio.

Nonostante sia un lavoro a quattro mani la differenza stilistica è minima, quel tanto che basta a rendere piacevoli le piccole discrepanze, i differenti moti del cuore delle scrittrici nel momento esatto in cui si gettavano a capofitto nei meandri più oscuri del loro essere. Lo stile è quasi identico grazie allo stesso vissuto familiare e alla stessa educazione letteraria.

Sono 919 i km che separano le due sorelle ma la loro connessione emotiva è strettissima ed è alla base di questo progetto letterario. 

 

Nota bio-bibliografica per Loredana Prete

Raccolte di Poesie:

- Latitudine 49° 7’ 13,08” N Longitudine 17° 42’ 0” E (2005-2012 raccolta di 365 poesie, classificate per mese, scandiscono un periodo; scritte tra Metz e il paese natale, San Vito dei Normanni; un viaggio attraverso i sensi, le disillusioni, le paure, le sensazioni. L’incontro con ricordi; la latitudine è quella de Metz, la longitudine quella di San Vito dei Normanni).

- OSSA (2013) in corso d’edizione

- LIQUIDO (2014)

- AERIFORME (2015) edito da Limina Mentis Collana Ardeur 67 ISBN 978-88-99433-08-06

- SOLIDO (2016)

Antologie:

500 poeti dispersi, Libro secondo, AA.VV., Edizioni La Lettera Scarlatta, ISBN 978-88-908601-8-8

Habere Artem vol.16, AA.VV., Aletti Editore, ISBN 978-88-591-1399-7

Soglie IV 2016, Limina Menti Editore, collana Ardeur

Segnalazioni:

-30° Premio Lorenzo Montano, per la sezione “Raccolta inedita“ con la raccolta di poesie intitolata Solido.

-29° Premio Lorenzo Montano, per la sezione “Raccolta inedita“ con la raccolta di poesie intitolata Aeriforme.

-28° Premio Lorenzo Montano, per la sezione “Raccolta inedita” con la raccolta di poesie intitolata Liquido.

-27° Premio Lorenzo Montano, per la sezione “Raccolta inedita“ con la raccolta di poesie intitolata Novembre.

Conferenze:

L’8 marzo 2013 partecipazione come autrice alla giornata poetica “Sbatte l’aria. Era una vanessa!”. (Università di Lussemburgo - Les lettre romanes – section italienne. L’incontro fa parte del progetto di ricerca del TIGRI – Textualité des Italiens de la Grande Région et Intégration).

Racconti

- Adele (2010)

- La messe rouge (2010)

- Iadava (2010)

- Accidia (2011)

- il vento di Cordoba (2011)

- Purificazione (2011)

- Amandoti (2012)

Sceneggiature

- Sogni in penombra (il cortometraggio ha partecipato al Festival Internazionale Cortometraggio Salento Finibus Terrae).