Giusepppina Rando, una poesia inedita, “luce altra”, nota di Ranieri Teti

Versione stampabileSend to friendPDF version

Un transito di ore, a partire da un’alba, si rappresenta nel testo "luce altra" di Giuseppina Rando.

Una poesia scarnificata nella sua essenza lirica, che sembra essere nata per sottrazione.

Una poesia che da un lato concede la lettura e nell’altro si fa petrosa, senza concessioni.

Nella parte in luce si concentra la descrizione del momento.

Nella parte in ombra, dopo l’attraversamento degli istanti più fulgidi, appare progressivamente un dolore sempre più forte.

I passaggi del tempo sono evidenziati dalla meridiana del sentire. Permettono di andare dal “rifulgere ogni istante” agli “anfratti dell’io”, consentono di passare, nel breve volgere di alcuni versi, da “un aperto orizzonte” a “piaghe senza sangue”.

Per quanto il giorno possa essere meraviglioso, il poeta sa quanto ne sia effimero lo splendore.

 

 

luce altra

 

sillaba dell’anima

d’antica alba

 

rifulgere ogni istante

 

di stelle

negli anfratti dell’io

 

nel silenzio dell’incognita terra

tra le cose

 

e accogliere

 

nell’aperto orizzonte della meraviglia

il principio

 

ricevono

piaghe senza sangue

 

fogliame di bosco

 

su corpi dolenti

ombre

dilaniate dal nulla

 

 

Giuseppina Rando poetessa, scrittrice e saggista , è presente in numerosi volumi di poesia, antologie e saggi. Collabora con diverse riviste.

Ha pubblicato testi di Poesia tra i quali :

Spuma di mare. Poesie (1970-1981),

Statue di gesso. (1982-1995), 

Duplice veste ( 2001),

Immane tu ( 2002 )

Figura e parola (2005), -Cierre Grafica Verona –

Vibrazioni (2007) Noubs Chieti

Bioccoli ( 2008) Anterem Edizioni, Verona;

Geometria della Rosa, Aletti editore, 2017

Saggi : Profili di donne nel Vangelo (2001) Bastogi, Foggia,

Chiara. Una voce dal silenzio (2002).Edizioni San Paolo , Cinisello Balsamo,Milano .

Le belle parole ( 2013 ) Scrittura Creativa Edizioni, Borgomanero ( Novara ).

Nel Segno ,Racconti, (2011) Pungitopo, Patti Marina (Messina) ha ricevuto il Premio di narrativa  - Sesta edizione - Joyce Lussu, Offida (Ascoli Piceno)