Adriano Spatola

Versione stampabileSend to friendPDF version

“Anterem” è una rivista di ricerca letteraria. Le varie serie attraverso le quali negli anni la rivista ha svolto il suo lavoro segnalano le varie strategie per giungere a pronunciare la parola originaria.

La terza serie della rivista (1983-93), dedicata alle “Ragioni della poesia”, ha ospitato più volte Adriano Spatola (1941-1988), un autore che non ha esitato a “sprofondare lo sguardo nell’anima del vasto mondo” come indicava Novalis, in un confronto serrato con le parole e con la loro “malattia”, come imponeva Giacomo Bergamini (1945-2004) (cfr. La malattia delle parole, Anterem Edizioni, 1997).

I testi di Spatola che proponiamo sono tratti dai numeri 25, 31 e 38 di “Anterem”.
A questo autore la casa editore Diabasis ha dedicato un volume curato da  Eugenio Gazzola: Al miglior mugnaio (2008).
In seguito alla lettura di tale opera, Marco Furia e Mara Cini, poeti e redattori di “Anterem”, ma anche stretti collaboratori di Spatola negli anni Ottanta, dedicano le loro testimonianze, proponendo anche immagini inedite di rilievo.

Un’ulteriore testimonianza è quella di Luigi Fontanella. È di grande rilievo per gli emozionanti e inediti particolari biografici che porta alla luce.

Sempre di Marco Furia proponiamo un omaggio a Spatola.

Una galleria di immagini degli anni Settanta e Ottanta fornite da Luigi Fontanella e da Mara Cini danno un’idea dell’epoca in cui è maturata l’esperienza di  “Tamtam”. Epoca in cui “Anterem” ha mosso i primi passi.