Flavio Ermini: Il compito terreno dei mortali

Versione stampabileSend to friendPDF version

A distanza di nove anni da Poema n. 10. Tra pensiero (Empirìa, Roma 2001) è uscito il nuovo libro di poesie di Flavio Ermini

Accompagnato da un saggio di Vincenzo Vitiello, il volume ha per titolo Il compito terreno dei mortali ed è edito da Mimesis. 

Flavio Ermini: il compio terreno dei mortali

Scrive Vitiello: «Queste poesie sono come illuminazioni improvvise: frammenti di pensiero sul sorgere della vita dal magma dell’inconscio, e sul destino dell’animale-uomo, consapevole di morte. Fedele alla fragilità della vita, leggera come il respiro, e alla gratuità dell’amore, costante non più del vento, Ermini, libero dalle illusioni del Cielo, non abbandona il campo alla necessità del destino. Che l’esito sia scontato non toglie, anzi sublima, lo sforzo dell’uomo, del vivente. È, dunque, vivere il compito terreno dei mortali?». 

Il libro costa 8,00 euro ed è disponibile in tutte le librerie, ma può essere ordinato anche direttamente alla Casa editrice: luisa@mimesisedizioni.it

Una intervista a cura di Vincenzo Mascolo e una lettura di Flavio Ermini (Roma 2013)

Flavio Ermini (Verona, 1947), poeta, narratore e saggista. Tra i suoi ultimi libri: Il moto apparente del sole, Bergamo 2006; Plis de pensée, Nîmes 2007; L’originaria contesa tra l’arco e la vita, Bergamo 2009. Dirige la rivista di ricerca letteraria “Anterem”. Per Moretti&Vitali cura la collana di narrativa e saggistica “Narrazioni della conoscenza”. Collabora all’attività culturale degli “Amici della Scala” di Milano. Vive a Verona, dove lavora in editoria.