Coedizioni

Accanto alle quattro tradizionali collane di Anterem Edizioni - "Limina", "Itinera", "La Ricerca Letteraria", "Pensare la letteratura" - hanno trovato spazio due collane nate dalla collaborazione con Cierre Grafica, una realtà editoriale impegnata a registrare quanto di sostanziale emerge dai mutamenti della sensibilità e del pensiero. Questi sono i nomi delle due collane: "Via Herakleia" e "Opera prima".

Opera Prima

Opera Prima è una collana di poesia diretta da Flavio Ermini e dedicata ad autori che ancora non hanno pubblicato i loro testi poetici in volume. L’iniziativa non ha fini di lucro, tanto che i volumi, caratterizzati da alta qualità grafica e accuratezza nelle tirature, non vengono posti in vendita, ma inviati a università, centri culturali, biblioteche, oltre che a storici della letteratura e filosofi. L’intento è questo: far sì che la pubblicazione apra all’autore la possibilità di entrare in contatto con i settori intellettualmente più vivaci del mondo letterario, filosofico e artistico. Nella scelta dei testi non si dà per scontato o prevedibile nessun percorso stilistico. “Opera Prima” si propone di mettere in scena eventi di scrittura che spingono a portarsi più in là degli esiti espressivi, verso il pensiero: quella particolare forma di pensiero che nasce dalla poesia. Ogni opera è introdotta da un breve saggio ed è accompagnata da un disegno di un artista contemporaneo. Particolare impegno viene dedicato alla pubblicizzazione di ogni singolo volume su quotidiani e riviste, e in occasioni pubbliche. Tale gesto editoriale ha un’ambizione: non far ricadere i costi editoriali e di distribuzione sull’autore. A questo proposito è stato costituito un Consiglio dei Garanti formato dai poeti Yves Bonnefoy e Andrea Zanzotto, e dal filosofo Umberto Galimberti; oltre che un Consiglio Editoriale formato da note personalità della critica letteraria e della filosofia, da poeti e artisti. I due Consigli hanno il duplice compito di garantire la qualità delle scelte editoriali e di sostenere almeno in parte il costo della pubblicazione. La realizzazione di questo progetto costituisce un vero e proprio evento. Non è frequente, infatti, la costituzione di un gruppo di intellettuali che produce e promuove, in modo assolutamente disinteressato, una collana di poesia dedicata ad autori inediti. Così come è raro in questi anni un impegno editoriale nei confronti dei nuovi poeti.

Staff

Direttore

Flavio Ermini

Consiglio dei Garanti

Yves Bonnefoy
Umberto Galimberti
Vincenzo Vitiello

Consiglio Editoriale

    Maria Grazia Amadori
    Alessandro Assiri
    Stefania Bortoli
    Laura Caccia
    Ettore Campadelli
    Giovanni Campana
    Michele Cappellesso
    Gaetano Caricato
    Raffaele Carlettini
    Roberto Casati
    Franca Maria Catri
    Nicoletta Di Gironimo
    Roberto Fassina
    Silvia Ferrari
    Gianfranco Galasso
    Lino Giarrusso
    Carolina Giorgi
    Pasquale Grimaldi
    Guariente Guarienti
    Lamon Michele
    Francesco Lorusso
    Eugenio Lucrezi
    Francesca Migliavacca
    Alberto Mori
    Bruno Moroncini
    Manola Mura
    Daniele Maria Pegorari
    Stefano Piva
    Gabriele Pulli
    Nicola Rampin
    Pina Rando
    Franco Riccio
    Luigi Rolli
    Tiziano Salari
    Pietro Salmoiraghi
    Matilde Tobia
    Vincenzo Todesco
    Alberto Tomiolo
    Laura Tonelli
    Paolo Valentino
    Gian Maria Vallese
    Maria Grazia Zamparini
    Sara Zanghì
    Aida Maria Zoppetti

Volumi pubblicati

COLLANA DI POESIA

  1. Giovanni Majer, Inflessioni
    Premessa di Rossana Bossaglia, disegno di Enrico Gallian
  2. Patrizia Mari, Sclerodermia
    Riflessione critica di Roberto Caracci, disegno di Giulia Napoleone
  3. Carolina Giorgi, Hemeros
    Riflessione critica di Carla De Bellis, disegno di Albano Morandi
  4. Mauro Caselli, Il giogo
    Riflessione critica di Tiziano Salari, disegno di Daniela Galeone
  5. Laura Caccia, Asintoti
    Riflessione critica di Stefano Guglielmin, disegno di Michele Cappellesso
  6. Andrea Gigli, Tavole fenotipiche
    Riflessione critica di Marco Ercolani, disegno di Daniela Galeone
  7. Primerio Bellomo, L’ombra del dire
    Riflessione critica di Paolo Guzzi, disegno di Cosimo Lerose
  8. Pietro Salmoiraghi, Prognosi riservata
    Riflessione critica di Mauro Maldonato, disegno di Giuseppe Pellegrino
  9. Michele Fogliazza, Diurno
    Riflessione critica di Bruno Moroncini, disegno di Tommaso Durante
  10. Luigi Nacci, Poema disumano
    Riflessione critica di Iain Chambers, foto di Llanos Gomez
  11. Francesco Lorusso, Decodifiche
    Riflessione critica di Daniele Maria Pegorari, disegno di Daniela Galeone
  12. Giuliano Rinaldini, Cognizione di un'alba
    Riflessione critica di Iain Chambers, immagine di Emanuela Fiorelli
  13. Stefania Negro, Fili di luce compresi negli archi del divenire
    Riflessione critica di Bruno Moroncini, immagine di Andrea Moorhead
  14. Alessandro De Francesco, Lo spostamento degli oggetti
    Riflessione critica di Martin Rueff, immagine di Antonio Pisanò
  15. Claudia Gabler, Stavano attaccati come lingue
    Riflessione critica di Tiziano Salari, immagine di Giovanna Fra
  16. Maurizio Solimine, Ouverture al rancore
    Riflessione critica di Lucio Saviani, disegno di Tommaso Gorla
  17. Noura Wedell, Direzioni dispari
    Riflessione critica di Alessandro De Francesco, disegno di Robert Moorhead
  18. Paolo Valentino, Prospettive
    Riflessione critica di Tiziano Salari, immagine di Roberto Almagno
  19. Matilde Tobia, Lemmi per uno sguardo
    Riflessione critica di Paolo Donini, immagine di Roberto Almagno
  20. Francesca Monnetti, In-solite movenze
    Riflessione critica di Silvia Ferrari, immagine di Roberto Almagno
  21. Serena Nunzia Di Lecce, Dopoguerra
    Riflessione critica di Daniele Maria Pegorari, immagine diTommaso Durante
  22. Giovanni Campana, Pensieri sulla soglia e autoglosse
    Riflessione critica di Tiziano Salari, immagine di Pietro G. Bortolotti
  23. Michele Lamon, Con amoroso senso
    Riflessione critica di Giorgio Bonacini, immagine di Tommaso Durante
  24. Gabriele Belletti, Condominio
    Riflessione critica di Daniele Maria Pegorari, immagine di Daniel Egnéus
  25. Sofia Demetrula Rosati, L'azione è un'estroversione del corpo
    R
    iflessione critica di Tiziano Salari, scultura di Alessandra Bonoli
  26. Manuel Micaletto, Il piombo a specchio
    Premessa di Flavio Ermini, postfazione di Mario Fresa, immagine di Robert Moorhead
  27. Daniele Bellomi, Ripartizione della volta
    Premessa di Flavio Ermini, postfazione di Giorgio Bonacini
  28. Mario Campanino, L'angelo morto
    Premessa di Flavio Ermini, postfazione di Carla De Bellis
  29. Fausto Urru, Angle mort
    Riflessione critica di Daniele Maria Pegorari, disegni di Italo Lanfredini
  30. Tiziana Gabrielli, L'ora senza nome
    Riflessione critica di Carla De Bellis, immagini di Tommaso Durante
  31. Stefano Della Tommasina, Museo bianco
    Riflessione critica di Giorgio Bonacini, immagini di Nelio Sonego
  32. Maria Grazia Insinga, Persica
    Riflessione critica di Bruno Moroncini, immagini di Emanuela Fiorelli
  33. Massimo Rizza, Il veliero capovolto
    Riflessione critica di Carla De Bellis, immagine di Giulia Napoleone
  34. Francesco Vasarri, Don Giovanni all'ossario
    Riflessione critica di Bruno Moroncini, immagine di Paolo Cavinato
  35. Massimo Stirneri, Varie
    Riflessione critica di Laura Caccia, immagini di Giorgio G. Adami
  36. Caterina Pardi, Sirene
    Riflessione critica di Giorgio Bonacini, immagini di Albano Morandi
  37. Corpo di guerra. Iria Gorran
    Postfazione di Giorgio Bonacini.

 

Via Herakleia

“Via Herákleia” è una collana di poesia contemporanea curata da Ida Travi e Flavio Ermini per la casa editrice Cierre Grafica.
Con questa iniziativa, inaugurata nel 1997, i curatori intendono inoltrarsi in zone della poesia fortemente contaminate dall’arte, dalla filosofia e dall’estetica o, più in generale, dalla fusione dei linguaggi della contemporaneità.
Poesia di pensiero, prose poetiche, scritture visive..: opere di frontiera trovano in “Via Herakleia” una precisa collocazione di linea, destinata a mettere in luce quei modi di scrittura che sono lasciati vagare fuori dall’ortodossia letteraria, oltre... le colonne d’Ercole.
“Via Herákleia” si propone di adunare ciò che è sparso in una sorta di archivio del sommerso, costituendosi quale testimonianza di ciò che ferve nella semioscurità di un’epoca.
“Via Herákleia” si rivolge al poeta già noto che conserva un’opera rimasta inedita per caratteristiche formali inusitate. Ma si rivolge anche al giovane poeta che cerchi con un’opera di particolare valore un colloquio con i lettori.
“Via Herákleia” nasce dalla convinzione che ci sia ancora bisogno di poeti in sintonia con il futuro e perciò indefinibili: oggi come ieri sono loro che stendono la rete attraverso cui transita il sapere e propongono le opere in cui più acutamente è avvertibile la totale libertà d’una poetica.
Perchè questa collana? Per documentare ciò che non è ancora emerso e aprire il nuovo millennio testimoniando di primi capitoli di una nuova opera tutta da scrivere.

Volumi pubblicati

COLLANA DI SCRITTURE

  1. Stefano Strazzabosco, Racconto (1997)
  2. Antonello Ricci, Eclissi della mano (1998)
  3. Alberto Faietti, Omeomerie (1998)
  4. Giulia Adami, Cosimo Lerose, Ritratto della voce (1998)
  5. Alessio Larocchi, VUOTO, Tecnica del (1998)
  6. Alberto Faietti, Quo vadis? again (1999)
  7. Rosa Pierno, Musicale (1999)
  8. Cinzia Ferro, Ventaglio (1999)
  9. AA.VV., Poetica (2000)
  10. Alberto Faietti, Ilsognodell’uomocottoecrudo (2000)
  11. Alberto Mori, Cellule (2001)
  12. Giuseppina Rando, Duplice veste (2001)
  13. AA.VV., Poetica, Punti fermi (2001)
  14. Roberto Asnicar, Quilismi per un bambino ucciso (2001)
  15. Cesare Cuscianna, Spietate purezze (2002)
  16. Marco Bucchieri, Cavo dell’ombra (2002)
  17. Giuseppina Rando, Immane tu (2002)
  18. Alberto Gianquinto, Don J (2002)
  19. Denis Gaita, Mai chiedere mi ami (2002)
  20. Ermanno Guantini, Variazioni (2002)
  21. Tecla Gaio, Grandangolo (2003)
  22. Alberto Mori, Raccordanze (2004)
  23. Lionello Cammarota, Lampi (2004)
  24. Armando Bertollo, Ribeltà (2004)
  25. Gaetano Ciao, L’equivoco del punto (2004)
  26. Giuseppina Rando, Figura e parola (2005)
  27. Eros Trevisan, Agli eterni lunghi flutti (2005)
  28. Roberto Capuzzo, Il silenzio, le cose (2005)
  29. Maria Lanciotti, Suono e visione (2006)
  30. Gaby Ramsperger, Il dialogatore dei rimbalzi (2006)
  31. Lina Angioletti, Poesie per un uomo (2006)
  32. Vincenzo Di Oronzo, Hanphora hermaphrodita (2007)
  33. Chiara Poltronieri, Passi d'acqua (2007)
  34. Laura Pierdicchi, Il tempo diviso (2008)
  35. Elisabeth Jankowski, Preghiera metropolitana (2008)
  36. Roberto Agostini, Mattini antartici (2008)
  37. Renato Job, Intermezzo (2008)
  38. Antonio Giuditta, Il mistero è nelle cose (2008)
  39. Dario Benzi, Il desiderio, il vento (2009)
  40. Rosa Menna, Epifanie (2009)
  41. Armando Bertollo, il Teatrino della scrittura (2009)
  42. Riccardo Martelli, Oro lustrale (2009)
  43. Nicoletta Cherubini, Nautilus (2009)
  44. Liliana Ugolini, Gioco d'ombre sul sipario (2010)
  45. Alberto Schieppati, Alta risoluzione (2010)
  46. Alberto Balzano, Graduale (2011)
  47. Roberto Capuzzo, Atto di pensiero (2011)
  48. Paola Parolin, Parola corale (2011)
  49. Maria Grimaldi Gallinari, Fluttuazione (2016)
  50. Dario Benzi, I frammenti, la musica (2016)
  51. Franca Maria Catri, Ti chiedo al vento (2018)
  52. Paola Parolin, E uscire alfine (2018)