Flavio Ermini alla Biblioteca Nazionale Braidense

Versione stampabileSend to friendPDF version

Sabato 14 ottobre 2017, ore 11

Biblioteca Nazionale Braidense
Via Brera 28 - Milano

Poeti in Sala Lalla Romano

Flavio Ermini


La poesia non è un genere letterario

Introduce e coordina Antonio Ria

La poesia non è un genere letterario


La parola non è il medico che corre in aiuto delle verità logorate dall’uso. È il dolore per la mancanza di un linguaggio adeguato a dire l’essere. La parola poetica è il modo in cui c’è l’essere umano.

In questa prospettiva si comprende che la poesia non è tanto un “genere” o una “categoria letteraria”, non è un mero ornamento dell’esserci e della sua finitudine, bensì una forma di vita che mette in relazione essere umano e mondo, soggetto e fondamento; una forma di vita che svela una natura probabilmente indefinibile, ma sulla quale non possiamo non riflettere.

Dobbiamo abbandonarci all’essere. Farne parte di nuovo. Abbandonare le apparenze. Sostare a un passo dall’al di là. Abbandonarci a una vita rispettosa del mistero.

Davanti a questo crepaccio che si spalanca d’improvviso là dove la vita sembrava proseguire piana, come si può ancora parlare di “genere letterario” per definire la poesia?

Nell’occasione dell’incontro, Flavio Ermini presenterà il suo ultimo libro: Il giardino conteso. L’essere e l’ingannevole apparire, recentemente edito da Moretti&Vitali.

Ingresso libero, fino a esaurimento posti – Non si entra in Sala a incontro iniziato