Anno 2004 "Officina della percezione 1"

Versione stampabileSend to friendPDF version

PRIMA BIENNALE DI POESIA

Con la partecipazione del poeta Alfredo Giuliani,
del filosofo Carlo Sini, del regista Andrea De Rosa

Da L'Arena del 28 ottobre 2004

Finalmente anche la nostra città ha la sua Biennale. Ed essendo Verona la capitale mondiale della poesia, la Biennale non poteva essere che “di poesia”. La manifestazione, che ambisce a diventare uno degli appuntamenti culturali più importanti dell’anno, avrà luogo sabato 30 ottobre alle ore 10.00 presso la Sala Convegni della Gran Guardia in piazza Bra. L’evento, organizzato dalla rivista letteraria “Anterem” in collaborazione con la Biblioteca Civica, comprenderà anche la cerimonia conclusiva del Premio di Poesia “Lorenzo Montano”, giunto con quest’anno alla 18^ edizione. La prima Biennale di Poesia avrà per titolo “Officina della Percezione” e sarà introdotta da Agostino Contò. Gli organizzatori prevedono la presenza di oltre 60 poeti provenienti da ogni parte d’Italia, selezionati tra i migliori partecipanti al Premio “Lorenzo Montano”. Il tutto si configurerà come un vero e proprio reading con le letture dei poeti sottolineate dalle note del pianista veronese Francesco Bellomi, docente al Conservatorio di Milano, e dalle coreografie di Michela Oldin. Molti appuntamenti si susseguiranno nel corso della giornata. Alle ore 11.00, sarà proiettato il video “Red waves” di Sirio Tommasoli, uno tra i nostri più significativi  artisti. A seguire, nella sezione della Biennale “Poesia a teatro”, alcuni testi di D’Annunzio, Rilke, Eliot, Cvetaeva saranno interpretati da Jana Balkan e Isabella Caserta su musiche di Berg, Webern e Schoenberg. Alle ore 17.00 è prevista la proiezione - inedita per Verona - del cortometraggio “Appunti per una fenomenologia della visione” (premiato al Festival di Torino) del regista Andrea De Rosa. Concluderà la prima parte della  “Biennale”, alle 17.30, una relazione di Carlo Sini, uno dei più importanti filosofi italiani, accademico dei Lincei. Dopo gli interventi delle Autorità cittadine, alle ore 18.00 si svolgerà la premiazione, per la sezione “Opere scelte - Regione Veneto”, di uno dei più grandi poeti italiani di oggi, Alfredo Giuliani, autore di volumi per Einaudi, Feltrinelli e Adelphi e critico letterario del quotidiano “Repubblica”. Seguirà la premiazione delle tre vincitrici della sezione “Opera edita - Provincia di Verona”: Maria Attanasio, Enrica Salvaneschi e Maria Angela Bedini, la quale sarà premiata anche come Supervincitrice (grazie al voto di una Grande Giuria Popolare cittadina) con il libro “La lingua di Dio” edito da Einaudi. Il premio per la “Raccolta inedita” quest’anno è stato attribuito a Jacopo Ricciardi. Renato Job, autore ormai storico del panorama nazionale, sarà premiato (grazie al voto di una Giuria Critica nazionale) per la sezione  “Una poesia inedita”. L’introduzione critica di ciascun vincitore sarà affidata a Flavio Ermini. I lavori saranno coordinati da Ranieri Teti. Una scelta delle poesie di tutti gli autori premiati sarà interpretata dagli attori Carla Totola e Massimo Totola. Michela Oldin eseguirà quadri di danza e Francesco Bellomi al piano proporrà musiche di sua composizione ispirate dai testi, in prima esecuzione assoluta, accompagnato alle percussioni da Marco Dal Bon.